ANREC

Switch to desktop Register Login

TAR LAZIO: ANTITRUST, A OTTOBRE UDIENZA PER MAXI MULTA A DELOITTE, KPMG, E&Y E PW

Il Tar Lazio, ordinanza 868 di oggi, ha rigettato la richiesta di sospensiva (presentata da Kpmg) della decisione n. 26815 con cui l'Autorita' Garante della Concorrenza, nell'Adunanza del 18 ottobre 2017, ha comminato sanzioni per un totale 23 mln di euro a Deloitte & Touche (6,7mln), PricewaterhouseCoopers (1,5 mln), Ernst & Young (9mln) e KPMG (7,7) per aver posto in essere un'intesa restrittiva della concorrenza (contraria all'art. 101 TFUE), essendosi accordate per spartirsi i lotti della gara bandita da Consip (del valore di circa 66mln di euro) per i servizi di assistenza tecnica alle autorita' di audit istituite presso le PA titolari dei programmi di sviluppo cofinanziati dall'Ue per il periodo 2014-2020. In particolare, secondo l'Antitrust, le societa' avrebbero concordato un sistema di ribassi a scacchiera.

Fmg

(RADIOCOR) 15-02-18 14:07:27 (0376)AVV,PA 5 NNNN

Visite: 3

REVISIONE LEGALE: COMUNICAZIONE DA PARTE DEL M.E.F. DEI CREDITI MATURATI IN RELAZIONE ALL'ANNO 2017

NOTIZIE IN EVIDENZA ARCHIVIO NOTIZIE


FERMO DEL PORTALE DELLA FORMAZIONE PER MANUTENZIONE

Per interventi di manutenzione straordinaria dell’infrastruttura, il portale di formazione a distanza dei revisori legali subirà un fermo dalle ore 17:00 di venerdì 16 febbraio alle ore 9:00 di lunedì 19 febbraio. Ci scusiamo per il disagio.

***

COMUNICAZIONE DEI CREDITI MATURATI IN RELAZIONE ALL'ANNO 2017

Continuano a pervenire alla casella di posta elettronica ordinaria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , attestati, certificati e altra documentazione comprovante la partecipazione a corsi di formazione utili ad assovere l’obbligo formativo per l’anno 2017. Al riguardo, si ribadisce che i crediti maturati saranno registrati soltanto in seguito alle comunicazioni trasmesse dagli enti formatori, conformemente a quanto previsto sia dalla circolare n. 26 del 2017 che dalle convenzioni stipulate con gli enti accreditati.

Si precisa che per enti formatori si intendono gli enti nazionali rappresentativi delle professioni e gli enti accreditati presso questo Ministero. Non si terrà conto di alcuna altra modalità di comunicazione, per motivi organizzativi e operativi. Gli iscritti al registro sono pertanto invitati a non trasmettere né documentazione di qualsiasi tipo né istanze di registrazione dei crediti. Si fa altresì presente che il revisore potrà accertare la corretta registrazione dei crediti maturati accedendo all’area riservata di questo sito, soltanto una volta che le comunicazioni, secondo le modalità appena indicate, saranno effettuate. Il flusso di tali comunicazioni potrebbe comunque risentire del differimento al 31/12/2018 della scadenza per assolvere l’obbligo formativo del 2017 e comportare che i crediti maturati siano visualizzabili soltanto nei prossimi mesi.

Visite: 29

Registro revisori: cosa debbono fare i sospesi?

La normativa è chiara ed inequivocabile in merito agli adempimenti da porre in essere per non essere cancellati dal registro.

.....Omissis......"Decorsi ulteriori sei mesi dalla data del provvedimento senza che l’iscritto abbia provveduto a regolarizzare i contributi omessi, verrà disposta la cancellazione dal Registro dei revisori legali ai sensi del citato articolo 24-ter, comma 4, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39."

Ma chi sono i revisori e le società sospesi?

La sospensione (per morosità), come comunicato dal M.E.F. riguarda 14.408 revisori  e 48 società di revisione). 

Ricordiamo che per l’anno 2018 il contributo annuale è pari ad euro 26,85 da versare in un’unica soluzione entro il 31 gennaio 2018. Il pagamento potrà essere eseguito utilizzando i servizi del sistema pagoPA, tramite gli strumenti di pagamento elettronico resi disponibili dalla piattaforma, direttamente dal sito web della revisione legale o presso gli intermediari autorizzati. Il ministero ha comunicato via PEC ai revisori iscritti al registro la quantificazione del contributo e le modalità di pagamento. Si consiglia di controllare la PEC comunicata al MEF per effettuare il pagamento nei modi e termini prestabiliti. 

In caso di errori od omissioni vi è sempre la possibilità di ravvedersi: nel caso sono dovuti gli interessi nella misura legale, con decorrenza dalla scadenza e sino alla data dell’effettivo versamento, nonché gli oneri amministrativi connessi alla correlata attività di riscossione. (Per tutte le istruzioni su versamento e ravvedimento la pagina del MEF è: https://www.revisionelegale.mef.gov.it/opencms/opencms/Revisione-legale/ContributiAnnuali/ ).

Per i revisori sospesi vi sono sei mesi di tempo per provvedere al pagamento omesso dell'anno 2017.

Se, il pagamento del contributo omesso,  dovesse essere effettuato dopo i sei mesi dalla sospensione scatta l'automatica cancellazione dal Registro.

Si ricorda  che il revisore sospeso non può svolgere attività di revisione, per cui i soggetti attivi professionalmente che sono finiti nell’elenco dovranno attivarsi nel più breve tempo possibile per sanare la propria posizione o per ricorrere contro eventuali errori commessi dal MEF.

Visite: 40

APPLICAZIONE DEI NUOVI PRINCIPI ISA ITALIA

"I revisori legali e le società di revisione legale dei conti annuali e dei conti consolidati iscritti al registro di cui all'articolo 2 del decreto legislativo 27 gennaio 20lO, n. 39, come modificato dal decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 135, applicano, nello svolgimento degli incarichi di revisione disciplinati dagli articoli 9 e seguenti del suddetto decreto legislativo, i principi allegati ISA Italia n. 200, n. 21O, n. 220, n. 230, n. 51O, n. 540 e n. 600, preceduti dalla nuova versione dell'Introduzione ai principi stessi e del Glossario dei termini più elaborati ai sensi dell'articolo 11, comma 2, del decreto legislativo 27 gennaio 20lO, n. 39 e sulla base della convenzione del 24 settembre 2014 tra Ministero dell'economia e delle finanze e ordini e associazioni profèssionali, come previsto dall'art. 27, comma 13, del citato decreto legislativo n. 135/2016.

La nuove versione aggiornata dei principi allegati ISA Italia n. 200, n. 21O, n. 220, n. 230, n. 51O, n. 540 e n. 600, preceduti dalla nuova versione dell'Introduzione ai principi stessi e del Glossario dei termini più utilizzati entrano in vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che chiudono al 31 dicembre 2017 o successivamente.

La presente determina e i principi di revisione allegati ISA Italia n. 200, n. 21O, n. 220, n. 230, n. 51O, n. 540 e n. 600, preceduti dalla nuova versione dell'Introduzione ai principi stessi e del Glossario dei termini più utilizzatI"

Visite: 36

SONO 10.298 I REVISORI LEGALI SOSPESI DAL REGISTRO PER MANCATO VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO ANNUALE

Una vera carneficina di sospensioni  quella dei revisori legali che non hanno pagato il contributo annuale. Se, non si adeguano entro sei mesi, corrono  il rischio di essere cancellati dal Registro. E' di circa trecentomila euro il mancato versamento al M.E.F.  che incidono di parecchio  sulla gestione del Registro.

Formazione gratuita e  compensi corrisposti ivi compresi quelli dei componenti della comissione esaminatrice, sono oneri che incidono sensibilmente sul Registro. 

 Queste le ragioni della sospensione:

"Visto l’articolo 24-ter del citato decreto legislativo n. 39/2010, ed in particolare il comma 1 il quale prevede che “nel caso di mancato versamento del contributo annuale di iscrizione al Registro ai sensi dell’articolo 21, comma 7, decorsi tre mesi dalla cadenza prevista, il Ministero dell’economia e delle finanze assegna un termine, non superiore ad ulteriore trenta giorni, per effettuare il versamento. Decorso detto ulteriore termine senza che il pagamento sia stato effettuato, il revisore o la società di revisione sono sospesi dal Registro”;

Viste le note MEF – RGS – prot. 148236 e prot. 148237 dell’11 luglio 2017, con le quali è stata espletata la procedura prevista dal suddetto articolo 24-ter, comma 1, del decreto legislativo n. 39/2010 nei confronti, rispettivamente, dei revisori persone fisiche e delle società di revisione legale iscritti al Registro che non risultano in regola con il pagamento del contributo per almeno un’annualità nel periodo 2013-2017;

Rilevato che alla data del 31 dicembre 2017 risultano ancora n. 10.298 revisori persone fisiche e n. 10 società di revisione legale, di cui agli allegati A e B al presente decreto, che non hanno regolarizzato la propria posizione contributiva;

Ritenuto, pertanto, di dover conseguentemente procedere alla sospensione dal Registro dei revisori legali ai sensi dell’articolo 24-ter, comma 1, del d.lgs. n. 39/2010 di n. 10.298 revisori persone fisiche e n. 10 società di revisione legale iscritti al Registro di cui agli allegati A e B al presente decreto;

DISPONE

per le motivazioni di cui in premessa, la sospensione dal Registro dei revisori legali, istituito con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 20 giugno 2012, n. 144, ai sensi dell’articolo 1, comma 1, lettera g) del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, di n. 10.298 revisori persone fisiche e n. 10 società di revisione legale iscritti al Registro di cui agli allegati A e B al presente decreto, ed in particolare:

- mancato versamento del contributo annuale di iscrizione al Registro ai sensi dell’articolo 21, comma 7, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39.

Decorsi ulteriori sei mesi dalla data del presente provvedimento senza che l’iscritto abbia provveduto a regolarizzare i contributi omessi, verrà disposta la cancellazione dal Registro dei revisori legali ai sensi del citato articolo 24-ter, comma 4, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39.

Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al Tribunale Ordinario di Roma entro i termini previsti dalla normativa vigente decorrenti dalla data di comunicazione del provvedimento stesso.

Il presente decreto è pubblicato sul sito istituzionale contenente il portale informatico della revisione legale www.revisionelegale.mef.gov.it. Di tale decreto è dato avviso, per estratto, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana." 

Con questo provvedimento si spiega anche il motivo per cui è stato rinviato al 31 dicembre 2018 la formazione obbligatoria  dell'anno 2017.

Appare del tutto evidente che questo numero consistente  di revisori  se non ha pagato il contributo annuale non ha frequentato la formazione obbligatoria per lo stesso anna.

Per eventuali informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Visite: 36

FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA REVISORI LEGALI 2018

Pubblicata la Determina del M.E.F. relativa alla formazione obbligatoria per l'anno 2018.  La novità rispetto a quella dell'anno  appena passato?  Inserite nel Gruppo B - Contabilità generale -  sub dal 31 al 45 percorsi formativi  i cui crediti sono validi per la formazione dei revisori enti locali.

Per non incorrere in formazione  ripetitiva si consiglia di effettuare percorsi formativi  con gli stessi  enti  scelti per l'anno 2017.

Visite: 40

Registro Revisori Legali contributo annuale 2018

In arrivo,  per gli iscritti al registro dei revisori,  il bollettino di  €. 26,85 per il pagamento del contributo annuale relativo all'anno 2018. Le modalità di pagamento  sono specificate nel bollettino. Il pagamento deve essere effettuato entro la data del  31 gennaio 2018.

Attenzione:  la CONSIP avverte che: "L'importo del presente documento potrebbe subire variazioni rispetto a quanto sopra riportato in quanto aggiornato automaticamente dal sistema (in funzione di eventuali sgravi, note di credito, indennità di mora, sanzioni o interessi, ecc.). L'operatore presso il quale è presentato per il pagamento potrebbe pertanto richiedere un importo diverso da quello indicato sul documento stesso". 

Visite: 112

Revisore legale e commercialisti l'eterno conflitto

Cosa hanno a che vedere i revisori legali con i dottori commercialisti?  Nulla! Sono due ordini professionali regolamentati e dunque associare i revisori legali ai dottori commercialisti è un grave errore. Il dottore commercialista  costruisce attraverso le scritture contabili, il bilancio  nel rispetto delle regole vigenti. Il revisore legale controlla e verifica  quello che il dottore commercialista quale consulente dell'azienda ha elaborato. Questa discrasia crea conflitti di interessi? Si!

Visite: 22

Per migliorare i servizi resi, in questo sito vengono utilizzati i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro uso.